Chi siamo

Mi chiamo Carlotta Divitini, abito a Milano e ho da sempre uno smisurato amore per tutti gli animali. Sono infatti cresciuta con un magnifico boxer (Ugo, il mio fratellone un po’ speciale) e il rispetto nei confronti degli amici a quattro zampe è una componente fondamentale di tutta la mia famiglia.

Dopo la scomparsa di Ugo nel 1997, i classici discorsi del ‘mai più animali, ci si affeziona troppo’ non sono durati a lungo e adesso in casa noi esseri umani siamo in netta minoranza. Gli altri membri della famiglia sono una miciona Certosino (Kant detta Cicci) la cui passione più sfrenata è quella del poltrire in ogni parte della casa, una Westie peperina (Emma) che rallegra tutti e mantiene l’ordine, e alcune specie di ciclidi tropicali che nuotano nei loro acquari.

sam
sam

Nel Gennaio 2007 però cambia qualcosa… Navigando in Internet mia mamma si imbatte nella foto di un gattone dagli occhi straordinariamente blu: razza Ragdoll. Ma cos’è un Ragdoll? La nostra curiosità è alle stelle. Inizia una vera e propria ricerca su questa razza fino a quel momento a noi sconosciuta e più ci informiamo più vogliamo avere altre notizie. Nel giro di poco tempo ne conosciamo così il meraviglioso carattere, la completa dedizione e l’estrema fiducia nei confronti dell’uomo.

Nonostante il suo essere ‘morbidosa’, la Cicci ci ha fatto sempre rimpiangere le coccole, che lei rifugge a tutti i costi: il Ragdoll è proprio il gatto dei nostri sogni! Quando poi abbiamo incontrato alcuni Ragdoll in carne ed ossa, anche la più piccola ombra di dubbio è svanita! Al desiderio di adottare un Ragdoll è subito seguito quello ancora più grande di conoscere questo gattone a fondo e condividere ogni aspetto della sua vita. Da qui la decisione di cercare i nostri primi riproduttori. Dopo approfonditi esami di coscienza circa la nostra capacità di intraprendere un tale percorso, momenti di riunioni familiari in cui ci guardavamo in faccia l’un l’altro analizzando tutte le possbili difficoltà e cercando di capire se saremmo stati all’altezza di ogni possibile situazione, iniziamo a frequentare esposizioni feline e a contattare e conoscere allevatori con già tanta esperienza sul campo.

E l’avventura ha inizio.

La nostra prima Ragdoll è Ragnarok Eva e arriva direttamente dalla California, la terra di origine della razza. L’idea è proprio quella di partire con un esemplare di razza assolutamente tradizionale: Eva ha un pedigree eccezionale con Josephine in settima generazione.

Dopo aver conosciuto di persona Florence, riceviamo una sua telefonata in cui ci propone una bella tortie dagli occhi incredibili. E’ così che arriva a casa Bambole Nessie, una pallottina tutta bianca dalle orecchie colorate e dal carattere incredibile.

A fine Luglio rientrando dalle vacanze faccio tappa a Roma dove mi aspetta tutto tronfio il piccolo Silmarilions Samvise, lo stallone dell’allevamento. Figlio del magnifico Feanor, Sam ha proprio il carattere del tipico padrone dell’harem: va in giro per casa con aria di noncuranza, strusciandosi su tutti, soprattutto su Emma.

Dopo Roma, è la volta di Venezia. Nutella Venice Dolls arriva infatti dalla Laguna ed è un batuffolo soffice dallo sguardo furbetto. Nut ha un gran carattere: indipendente, atletica e permalosa, è però la prima ad accoccolarsi al mio fianco non appena mi siedo sul divano o vado a letto.

A questo punto i gatti ci sono e l’attrezzatura necessaria anche. Manca solo un nome, per questo allevamento. Mi guardo attorno e l’idea mi viene subito: MyCuddle Ragdoll, i Ragdoll delle Coccole.

L’allevamento MyCuddle è riconosciuto dalla TICA dal 2007. Nel 2010, diventa allevamento riconosciuto dalla FIFe e tutti i cuccioli MyCuddle sono regolarmente iscritti ai Libri Genealogici Italiani tramite l’ANFI.

L’allevamento MyCuddle è iscritto al Ragdoll Cat Club Italia dal 2008 e ne condivide gli scopi fondamentali e il codice etico di allevamento.

Comments are closed.