Codice Etico

torna a leggere chi siamo

 
RICORDATE CHE NON ESISTE RAGDOLL SENZA PEDIGREE. CHI PRETENDE DI VENDERVI UN ‘RAGDOLL’ SENZA IL RELATIVO CERTIFICATO GENEALOGICO UFFICIALE STA ALIMENTANDO IL MERCATO NERO DELLA RAZZA, CON IL CONSEGUENTE IMPOVERIMENTO DELLE CARATTERISTICHE CHE UN VERO RAGDOLL DEVE POSSEDERE.
 
L’allevamento MyCuddle segue una serie di punti fondamentali per i metodi e le tecniche di allevamento e la gestione della cessione dei gattini, stilata dal Codice Etico del Ragdoll Cat Club Italia di cui l’allevamento fa parte. Più in generale, questi criteri sono dettati da uno spirito di buon senso e rispetto verso i nostri animali e proprio per questo motivo il rispetto di questi principi dovrebbe essere facilmente riscontrato in ogni allevamento e allevatore.

Di seguito riporto i punti del codice etico che si riferiscono all’allevamento e alla vita in allevamento dei singoli gatti. Chi legge potrà usare questo elenco come guida pratica da seguire nelle visite ai diversi allevamenti per la scelta di quello che possa ritenere il più soddisfacente:

1. ogni gatto deve vivere in uno spazio adeguato e sicuro;
2. gli spazi dove vivono i gatti devono essere ben areati e illuminati, nonchè con una temperatura idonea ad ospitarli;
3. devono essere previsti spazi separati per gatti in quarantena, malati o con cucciolate;
4. devono essere presenti vaschette con lettiera in proporzione di almeno 1 per ogni 3 gatti, pulite e con una quantità sufficiente di sabbietta;
5. deve sempre essere a disposizione dei gatti acqua fresca e cibo di ottima qualità in ciotole pulite e lontane dalle cassette igieniche;
6. i gatti NON DEVONO vivere in gabbia, se non per brevi periodi eccezionali quali quarantena, parto o degenza;
7. l’ambiente deve essere pulito e privo di odori e parassiti;
8. per ogni gatto presente in allevamento si deve poter dimostrare almeno l’avvenuto vaccino annuale polivalente e un certificato di buona salute.

Ci sono poi dei criteri da seguire per quanto riguarda la cessione dei gattini, condivisi dal codice etico volontario della TICA, da noi sottoscritto. Queste regole mirano a proteggere il singolo cucciolo nell’atto di cessione e a preservare la razza nel suo insieme:

1. l’allevatore garantisce il buono stato di salute del cucciolo al momento della cessione;
2. il nuovo proprietario è invitato a portare il cucciolo da un veterinario di fiducia entro pochi giorni dalla cessione, per verificarne l’effettivo stato di salute;
3. il cucciolo da compagnia deve essere sterilizzato entro e non oltre i 12 mesi di età e non può avere nessuna cucciolata;
4. l’allevatore deve illustrare al nuovo proprietario i pericoli in cui il gatto incorre nella vita all’esterno;
5. l’allevatore si impegna a cedere il cucciolo dietro un regolare contratto scritto in forma privata in cui siano indicati tutti i termini di cessione previsti e che vincoli entrambe le parti;
6. tutti i regolari documenti riguardanti il cucciolo da compagnia (come il Pedigree) verranno rilasciati solamente dopo che l’allevatore avrà ricevuto un regolare documento veterinario di sterilizzazione del cucciolo;
7. l’allevatore incoraggia il nuovo proprietario a contattarlo per ogni domanda relativa al cucciolo e si impegna a fornire adeguate ed esaurienti risposte;
8. nessun cucciolo può essere ceduto prima delle regolari vaccinazioni contro Panleucopenia, Rinotracheite felina e Calcivirus. L’allevatore si riserva il diritto di provvedere ad altri tipi di vaccinazione.

Per quanto riguarda il rapporto con l’allevatore, voglio avvisarvi: un allevatore responsabile non cederà mai un proprio cucciolo senza porre una serie di domande quasi inquisitorie sulla famiglia di destinazione. Questo è un modo per approfondire la conoscenza reciproca, ma anche per preservare il cucciolo da possibili maltrattamenti e abbandoni. Quindi, nell’incontro con l’allevatore non dovete sentirvi ‘attaccati’, ma anzi, saranno proprio le vostre buone intenzioni a farvi capire la necessità di tutte le domande poste. Un allevatore responsabile, da parte sua, sarà sempre disposto a farvi conoscere i propri riproduttori, a mostrarvi l’ambiente in cui vivono e a chiacchierare sulle modalità di allevamento.
 

torna a leggere chi siamo

Comments are closed.