Il Ragdoll

RICORDATE CHE NON ESISTE RAGDOLL SENZA PEDIGREE. CHI PRETENDE DI VENDERVI UN ‘RAGDOLL’ SENZA IL RELATIVO CERTIFICATO GENEALOGICO UFFICIALE STA ALIMENTANDO IL MERCATO NERO DELLA RAZZA, CON IL CONSEGUENTE IMPOVERIMENTO DELLE CARATTERISTICHE CHE UN VERO RAGDOLL DEVE POSSEDERE.

Il Ragdoll ha origini piuttosto recenti. Negli anni ’60 la californiana Ann Baker inizia a selezionare i discendenti di Josephine, gatta di tipo angora dal pelo semilungo bianco e unica antenata certa della razza, in base al carattere estremamente dolce e affettuoso. E’ proprio dal carattere che nasce l’ispirazione per la scelta del nome di questa nuova razza. Ragdoll significa infatti ‘bambola di pezza’ e l’allevamento di Ann Baker non poteva che chiamarsi Raggedy Ann, nome della bambola di pezza più famosa al mondo.

Il Ragdoll è un gatto dall’animo mite e non predatorio: è molto indicato per la vita di appartamento, mentre all’esterno va attentamente curato in modo da proteggerlo dalla sua stessa ingenuità. E’ molto affezionato al proprio umano e lo segue ovunque, aspetta il suo ritorno sulla soglia di casa e vive per avere le sue coccole: per questo motivo adora stare in braccio, specie a pancia in su. Per seguire l’umano ovunque vada, il Ragdoll è disposto ad intraprendere viaggi e trasferte e si adatta facilmente ai cambiamenti di ambiente. Va d’accordo con i bambini ma anche con gli altri animali domestici, addirittura con gli estranei. E’ molto intelligente e attento, tanto che lo si può educare ed addestrare, e la sua estrema socievolezza lo rende molto adatto a programmi di pet therapy e a vivere con gli anziani. Ha una struttura fisica molto robusta e resistente e non si lamenta mai, tanto che in passato si pensava che addirittura non sentisse alcun dolore. In realtà non è così, ma non c’è da spaventarsi se lo si vede scivolare in corsa o atterrare goffamente dopo un salto mal riuscito: in fondo, a noi piace proprio per il suo essere goffo e coccolone!

Il Ragdoll è un gatto di taglia medio-grande e il suo sviluppo è piuttosto lento raggiungendo l’età adulta intorno ai 2-3 anni. I suoi occhi sono di colore blu, il più scuro e intenso possibile, in relazione al colore del mantello. La testa ha la forma di un cuneo ampio e presenta un piano piatto tra le orecchie, che sono posizionate larghe, leggermente curvate in avanti e con la punta arrotondata. Il petto è ampio e la coda lunga, in proporzione alla lunghezza del corpo. Le zampe sono robuste, presentano ciuffetti di pelo tra le dita e quelle posteriori sono leggermente più lunghe di quelle anteriori, così che la linea della schiena si incurvi leggermente. Il pelo è fitto e soffice e si apre quando il gatto si muove; di media lunghezza, è più lungo intorno alla testa, sul petto e sul collo in modo da formare una vera e propria gorgiera.

I disegni del manto del Ragdoll si differenziano in base alla colorazione delle cosiddette punte (muso, orecchie, zampe e coda) e sono sostanzialmente tre: il colorpoint, il mitted e il bicolor.

- COLORPOINT: le punte sono colorate molto intensamente mentre il resto del corpo ha un colore più chiaro, in armonia con il colore delle punte. Deve esserci un bel contrasto e assolutamente non esiste bianco.
- MITTED: le punte sono colorate intensamente mentre il resto del corpo ha un colore più chiaro. Una striscia completamente bianca copre la parte inferiore del mantello, dal mento ai genitali. Le zampe anteriori presentano guantini bianchi simmetrici non oltre il polso. Le zampe posteriori presentano stivaletti bianchi simmetrici non oltre il garretto. Può essere presente una fiamma bianca sul naso o tra gli occhi.
- true BICOLOR: zampe, pancia e gorgiera sono completamente bianchi. Il muso è caratterizzato da una V bianca rovesciata. Orecchie e coda sono colorati intensamente mentre il resto del corpo ha un colore più chiaro. Il naso e i cuscinetti sono sempre rosa perchè sono posizionati sulla parte bianca del mantello. Il Bicolor si manifesta in altre tre differenti varianti. L’High-Mitted nasce dall’incrocio tra due mitted ed è caratterizzato da una V rovesciata bianca più piccola rispetto a quella classica e in generale meno bianco sul mantello rispetto al true bicolor. Il Mid High White nasce dall’incrocio tra un mitted e un bicolor tradizionale ed è caratterizzato da una V rovesciata bianca più ampia e in generale più bianco sul mantello rispetto al true bicolor. Nell’High White, che nasce dall’incrocio tra due bicolor, il bianco è ancora più esteso e può esserci colore solo sulle orecchie e in piccole zone sul corpo.

I colori del manto del Ragdoll sono sostanzialmente quattro.

- SEAL: le punte sono di colore marrone focato il più scuro possibile. Naso e cuscinetti sono neri.
- BLU: le punte sono di colore blu-grigio. Naso e cuscinetti sono grigio scuro.
- CHOCOLATE: è il diluito del colore seal. Le punte sono di colore cioccolato chiaro. Naso e cuscinetti sono rosati anche se sono posizionati sulle parti colorate del mantello.
- LILAC: è il diluito del colore blu. Le punte sono di colore grigio chiaro con venature rosa. Naso e polpastrelli sono rosa anche se sono posizionati sulle parti colorate del mantello.

Recentemente sono state riconosciute altre tipologie di colorazione del manto del Ragdoll:
- rosso: le punte sono di colore rosso o arancio vivo il più scuro possibile.
- crema: le punte sono di colore rosso pallido.
- tabby (o lynx): striatura della colorazione. E’ una caratteristica che si aggiunge al colore e al disegno del manto.
- tortie: compresenza di seal (o blu) e rosso (o crema), con la risultante di un colore a squama di tartaruga. La colorazione del pelo è determinata dal cromosoma X, per questo motivo solamente le femmine (XX) potranno avere contemporaneamente due diverse tipologie di pigmentazione ed essere quindi tortie. I maschi (XY) potranno avere solamente la classica colorazione uniforme.
- torbie: presenza sia della caratteristica tabby che della caratteristica tortie. Per lo stesso motivo genetico spiegato precedentemente, solamente le femmine potranno essere torbie.

Comments are closed.